Sfiatare i termosifoni

Guida passo a passo

Negli impianti di riscaldamento il calore acquisito dall’acqua passando per la caldaia viene diffuso all’ambiente tramite i radiatori. Con l’andar del tempo però possono formarsi bolle d’aria al loro interno impedendo il corretto flusso dell’acqua calda. I radiatori di conseguenza cominciano a produrre rumori e gorgoglii e rimangono freddi. Di seguito t’illustreremo come eliminare le bolle d’aria dai termosifoni e garantire un’efficiente circolazione dell’acqua.


Se sei proprietario dell’immobile, puoi provvedere da solo a sfiatare i termosifoni. Agli affittuari che dovessero avere problemi con i radiatori, consigliamo, come prima cosa, di mettersi in contatto con il portiere del condominio o il padrone di casa per chiarire il da farsi.

Grado di difficoltà: conoscenze di base necessarie

Tempo necessario: ca. 90 min.

 

  • Fase 1 – Aprire i termostati

     

     

     

    Apri le manopole di tutti i radiatori girandole in senso antiorario fino al blocco.

  • Fase 2 – Spegnere la pompa di circolazione

     

     

     

    Spegni la pompa di circolazione e attendi dai 30 ai 60 minuti. La pompa è situata nei pressi dell’impianto di riscaldamento, che nella maggior parte dei casi si trova in cantina. L’aria tende a ristagnare nei radiatori dei piani più alti – è quindi necessario sfiatare questi per primi.

  • Fase 3 – Individuare le valvole di sfiato

     

     

     

    La valvola di sfiato dei radiatori è collocata generalmente sul lato opposto a quello del termostato. Procurati la chiave della forma e misura giusta per il modello di radiatore installato nella tua casa; nella maggior parte dei casi si tratta di valvole a testa quadrata. Nel tuo centro OBI troverai l’attrezzo che fa al caso tuo. Alcuni radiatori hanno delle valvole progettate per essere aperte con un semplice cacciavite piatto.

    Poni un recipiente che possa raccogliere eventuali fuoriuscite d’acqua sotto la valvola di sfiato e proteggi il pavimento con vecchi stracci o panni per pavimenti.

  • Fase 4 – Aprire le valvole di sfiato

     

     

     

    Apri lentamente la valvola di sfiato girandola in senso antiorario. Dovresti sentire un sibilo emesso dall’aria che esce. Se dal radiatore non escono né aria né acqua, vorrà dire che la pressione dell’impianto di riscaldamento è troppo bassa. In questo caso consigliamo prima di tutto di aumentare il carico d’acqua nell’impianto, come descritto in seguito.

  • Fase 5 – Raccogliere l’acqua fuoriuscita

     

     

     

    Fai uscire tutta l’aria fino a quando non verrà fuori un getto costante di acqua, che potrai raccogliere nel recipiente.

  • Fase 6 – Chiudere la valvola di sfiato

     

     

     

    Chiudi la valvola di sfiato, lentamente e senza stringerla troppo. Esegui le stesse operazioni su tutti i radiatori partendo, nel caso di abitazioni a più piani, da quelli dei piani superiori e scendendo man mano a quelli più vicini alla caldaia.

    In seguito o durante la manutenzione può essere opportuno regolare la pressione dell’impianto di riscaldamento aggiungendone acqua. Scoprirete come, continuando a leggere la nostra guida.