Consigli sull’aria condizionata

Rester au frais

Quando fuori le temperature si alzano non basta aprire spesso le finestre e non solo negli attici le temperature diventano insopportabili. A partire da una temperatura di 20 gradi il nostro organismo deve infatti lavorare per abbassare la temperatura corporea. Se abbiamo troppo caldo sudiamo e quando il sudore evapora sulla pelle si verifica il fenomeno di raffreddamento per evaporazione che priva il corpo di calore. L’unico problema in questo perfetto circuito di raffreddamento: l’umidità elevata rende più difficile l’evaporazione e il nostro “climatizzatore” interno arriva al limite. In questi casi ventilatori e climatizzatori sono ottimi ausili per rinfrescarci e rinfrescare l’aria. Qui di seguito ti elenchiamo i punti da tenere presente al momento dell’acquisto

.

  • 1. Geni tuttofare: i climatizzatori

     

     

     

    Una scelta davvero “cool”: dai modelli portatili con potenza frigorifera e funzione di deumidificazione, ai silenziosissimi sistemi split con unità interna ed esterna, per continuare poi con i modelli multifunzione che dispongono di pompa calore e filtri per la depurazione dell’aria – i climatizzatori sono sempre più efficienti e versatili. Alcuni tipi di apparecchi permettono di regolare non solo la temperatura dell’ambiente, bensì anche il tasso di umidità. I climatizzatori, infatti, sottraggono l’umidità all’ambiente. Una temperatura ambiente di 25° accompagnata da un tasso di umidità del 40% è certamente più piacevole della stessa temperatura a un tasso di umidità del 60%. In genere la temperatura degli ambienti interni dovrebbe essere di 6° inferiore a quella esterna.

    Consiglio:

    Per chi lavora da casa o è a capo di una piccola impresa, l’istallazione di un impianto di condizionamento più complesso può rivelarsi molto dispendiosa. I climatizzatori mobili rappresentano un’ottima alternativa per ambienti con temperature elevate come ad esempio forni, le sale computer, ecc.

  • 2. Pratici assistenti

     

     

     

    Cantine piuttosto umide? Il tasso di umidità dell’aria in soggiorno tende a diminuire rapidamente? Un rimedio efficace per prevenire umidità, muffa e odori sgradevoli c’è: il deumidificatore. Per ristabilire invece le corrette condizioni igrometriche in ambienti abitativi troppo secchi entra in scena l’umidificatore.

  • 3. Umidificatori e Deumidificatori

     

     

     

    Cantine piuttosto umide? Il tasso di umidità dell’aria in soggiorno tende a diminuire rapidamente? Un rimedio efficace per prevenire umidità, muffa e odori sgradevoli c’è: il deumidificatore. Per ristabilire invece le corrette condizioni igrometriche in ambienti abitativi troppo secchi entra in scena l’umidificatore.

Pregiudizi:

Apparecchi mangia-energia

  • Ci sono enormi differenze di consumo energetico tra i diversi tipi di climatizzatori. Si consiglia di informarsi a dovere prima dell’acquisto e di accertarsi che la potenza dell’apparecchio sia adatta alle dimensioni dell’ambiente da raffreddare. In questo modo i costi energetici per l’utilizzo giornaliero del climatizzatore saranno ragionevoli.

Rumorosi

  • Il brusio di un climatizzatore, specialmente in camera da letto, può essere particolarmente fastidioso per persone molto sensibili. Allora perché non passare allo split? I sistemi split sono composti da un’unità interna e una esterna collegate fra loro da un tubo. Il compressore, l’elemento rumoroso, è situato nell’unità esterna. Ecco perché i climatizzatori split sono molto più silenziosi.