Il giardino ad agosto

E‘ tempo di raccolta!

Quando l‘erica fiorisce e il sorbo è maturo, si annuncia la tarda estate. Tutto è ancora in piena fioritura. Non avete però molto tempo per godervi le rigogliose dalie ed echinacee: in giardino è tempo di raccolta. Nella nostra check-list potrete scoprire che cosa potete fare nel vostro giardino ornamentale e nel vostro orto e che cosa potete fare con i vostri bambini in tema di scienze naturali pratiche e costruzioni di rifugi per insetti.

    Prato estivo

    La cura è importante

    Per evitare che il vostro prato venga bruciato dal sole, in estate dovreste aumentare l’altezza del taglio. Per evitare che il prato diventi secco, è naturale che occorra annaffiarlo, meglio se di prima mattina: in caso di tempo variabile è inoltre consigliabile una rasatura frequente. I rasaerba lavorano il materiale di taglio e lo spargono subito sulla superficie del prato.

    Consiglio:

    Non tagliate mai il prato troppo corto, l’altezza di taglio ottimale è tra i 4-5 cm.; in caso di clima secco oppure in posizioni d’ombra il minimo è  5-6 cm.

    Foglie marce, pomodori verdi?

    Attenzione alle malattie

    E‘ tempo di raccolta dei pomodori. Cosa seccante solo nel caso in cui la peronospora abbia infestato le piante, in quanto i pomodori con macchie marroni profonde non sono più mangiabili. La malattia dei pomodori è causata da spore funginee, che il vento trasporta e che si sviluppano velocemente su foglie bagnate. Per questo motivo, non annaffiate mai le foglie!

Orto



Continuate ad effettuare diligentemente la raccolta…

● Procedere regolarmente alla raccolta di cetrioli, pomodori, zucchine, insalata e varietà
   di cavoli
● Eliminare regolarmente i germogli ascellari delle piante di pomodori
● Raccogliere la cipolla e l’aglio solo quando la foglia si secca oppure cade
   (in seguito le cipolle possono essere seccate al sole)
● Nell’annaffiare i cetrioli e le carote fare attenzione alla regolarità; ciò impedisce che
   questi scoppino oppure diventino amari
● Continuare a raccogliere le erbe e, secondo necessità, congelarle oppure seccarle
● Seminare le verdure invernali, come spinaci, valeriana , portulaca invernale oppure
   rucola
● Nel trapiantare le precoltivazioni nell’aiuola scegliere le piante più forti con il pane delle
   radici intatto
● Chi non ha effettuato in febbraio oppure in marzo la potatura degli arbusti, può
   provvedere ora a potare piante come il melo, il pero, il ciliegio, il pesco, i lamponi, la
   vite nonché gli alberi con le bacche

Giardino ornamentale



Rasare, piantare, annaffiare…

● Tagliare ora per la seconda volta il giardino fiorito ed il prato
● Potare le siepi (non tagliarle se ci sono ancora dei nidi d‘uccelli)
● Smuovere la terra, mettere un po‘ di pacciame tra rose o arbusti, se necessario
● Alla fine del mese piantare le peonie, i gigli oppure le corone imperiali
● Secondo necessità piantare già i bulbi dei bucaneve, dei campanellini di primavera e
   dei narcisi
● Annaffiare regolarmente le piante da balcone e quelle da vaso, togliendo i fiori
   appassiti

Fare giardinaggio con i bambini



Habitat per gli insetti

● Potete costruire una casa per gli insetti in queso modo: Prendete una o più rondelle
   d’albero e fatevi molti buchi (scegliete diverse misure di diametro) e poi metteteli in un
   posto assolato. In questo modo, per esempio, le api selvatiche ne faranno un
   importante posto per la nidificazione
● Anche lo stelo delle canne palustri del laghetto da giardino offrono agli insetti un buon
   rifugio. Tagliate dei pezzi lunghi 10-15 cm e legateli insieme in un pezzo di tubo
   oppure in un vecchio barattolo.
● I professionisti, per finire, costruiscono una cornice, in cui inseriscono le rondelle
   dell’albero, i singoli rami perforati, gli steli e forse anche un mattone (i mattoni perforati
   hanno tante piccole „camere“, in cui gli insetti trovano rifugio; chi lo desidera può
   anche tappare il retro del mattone con l’argilla, così da rimpicciolire i buchi più grossi)