Consigli per la cura della piscina

guide_cleaning_swimming_pool_blog_article_mood

Utilizzare il cloro

Un punto fondamentale di cui tener conto per garantire un’elevata qualità dell’acqua è la manutenzione regolare della piscina. Il metodo più utilizzato è la pulizia con cloro. Dopo aver riempito la piscina si procede a impostare il valore del pH su 7,2-7,6 servendosi di un granulato. Una pastiglia di cloro a lunga durata garantisce una clorificazione continua e una sterilizzazione dell’acqua della piscina. Perché il cloro non  si consumi troppo in fretta nel corso della stagione si consiglia l’aggiunta di uno stabilizzatore di cloro.

Consiglio:

Misura settimanalmente il valore del cloro e del pH. Il valore del cloro ottimale è tra 0,6-1,0 mg/l, il valore ideale del pH tra 7,2-7,6 mg/l.

Così mantieni la tua piscina pulita

  • Il metodo Care

    guide_cleaning_swimming_pool_blog_teaser_1
    Semplicemente pulito

    Questo metodo si addice solo per piscine con impianto di filtrazione a sabbia! Dopo aver riempito la piscina imposta il valore di pH su 7,2-7,6 servendoti di un granulato. Metti una pastiglia nel cestino di skimmer e versa 1/4 del liquido multifunzionale nello skimmer con l’impianto di filtrazione in funzione. Ripeti il trattamento una volta alla settimana, ristabilisci il valore del pH ogni 15 giorni.

  • Il metodo a idrogeno

    guide_cleaning_swimming_pool_blog_teaser_2
    Un’alternativa per persone allergiche al cloro

    Dopo aver riempito la piscina fissa il valore del pH su 7,0-7,3 servendoti di un granulato. Versa il prodotto antialghe nella piscina attraverso una valvola di entrata e lascia l’impianto di filtrazione in funzione per 24 ore. Aggiungi un prodotto disinfettante lasciando l’impianto di filtrazione in funzione per altre 24 ore.

  • Il metodo a ossigeno

    guide_cleaning_swimming_pool_blog_teaser_3
    Acqua trasparente per pelli sensibili

    Dopo aver riempito la piscina imposta il valore del pH su 7,0-7,3 servendoti di un granulato e metti una pastiglia di ossigeno nel galleggiante di dosaggio. Fai sciogliere l’attivatore di ossigeno in un secchio e versalo nella piscina. L’attivatore di ossigeno attiva l’effetto di disinfezione delle pastiglie di ossigeno e ostacola la formazione di alghe. 

  • Suggerimenti e consigli


    Cosa fare quando ...

    ... l’acqua diventa verdognola?

    Possibile causa: impianto di filtrazione difettoso o inquinamento organico troppo elevato.

    Rimedio: pulisci l’impianto di filtrazione a fondo. Imposta il valore del pH su 7,2-7,6. In caso di utilizzo del metodo con cloro procedere alla clorificazione dell’acqua. Dopodiché aspira le alghe morte e depositatesi sul fondo. Ripulisci un’altra volta l’impianto di filtrazione e riempi la piscina con acqua fresca.

     

    ... l’acqua diventa torbida?

    Possibile causa: scorretto valore del pH, sedimentazione di calcare o presenza di solidi fini sospesi nell’acqua.

    Rimedio: ripulisci a fondo l’impianto di filtrazione. Fissa il valore del pH su 7,2-7,6 servendoti di un granulato. Utilizza un coagulante e lascia l’impianto di filtrazione in azione per 5-6 ore e ripulisci più volte per qualche ora. In caso di utilizzo di un impianto di filtrazione a cartuccia cambiare la cartuccia.

     

    ... l’acqua diventa marrone?

    Possibile causa: deposito di ferro nell’acqua.

    Rimedio: ripulisci a fondo l’impianto di filtrazione. Imposta il valore del pH su 7,2-7,6 servendoti di un granulato. Aggiungi un coagulante all’acqua e ripulisci a fondo l’impianto di filtrazione. Versa nella piscina il prodotto liquido Eisenex.

     

    ... si verificano irritazioni cutanee e agli occhi?

    Possibile causa: valore del pH scorretto, valore del cloro troppo elevato. Rimedio: ripulisci a fondo l’impianto di filtrazione. Imposta il valore del pH su 7,2-7,6 servendoti di un granulato. Controlla il valore del cloro e, in caso sia troppo elevato, riempi la piscina con acqua fresca ed elimina il galleggiante di dosaggio fino a quando il valore del cloro si stabilizza su 0,6-1,0.